Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/editfi5/public_html/editnews/components/com_k2/models/item.php on line 763

    Ndi è l’unico nome nuovo Per il momento

    By Fredy Poropat Gennaio 05, 2019 66

    POLA | Si riparte. Con il primo raduno allo stadio Drosina e con l’allenamento che ne è seguito a Stignano, l’Istra 1961 ha iniziato la preparazione in vista della seconda parte del campionato di Prima Lega, che prenderà il via il 2 febbraio prossimo, quando la compagine polese ospiterà al Drosina lo Slaven Belupo). Nel primo appuntamento del 2019 l’allenatore dei gialloverdi Krunoslav Rendulić ha avuto a disposizione 15 giocatori della squadra seniores e quattro juniores. “Cercheremo di completarci la prossima settimana – così il tecnico –, in attesa del rientro dei calciatori argentini, Mierez, Oneto e Cardozo, ai quali abbiamo prolungato le vacanze sino a lunedì. Inoltre, siamo in contatto con altri quattro giocatori, uno croato e tre stranieri, che potrebbero farci comodo nel prosieguo del campionato. Non si tratta di nomi noti in quanto le nostre casse societarie non ci permettono certo l’acquisto di calciatori di un certo valore e fama. Sinora a Pola è giunto solamente il 23.enne centrocampista-trequartista camerunense Arnaud ‘Dani’ Ndi. Nel frattempo a lasciare il club sono stati Francisco Tena e Luis Vila”, ha puntualizzato Rendulić.
    Come precisato dal tecnico. l’attaccante lituano Laukzemis e il terzino destro Franić, entrambi reduci da gravi infortuni, non sono ancora in grado di iniziare la preparazione. In merito alle partenze, che sembrano praticamente inevitabili, visto che lo spogliatoio è piuttosto affollato, l’allenatore non ha potuto (o magari voluto) esprimersi.

    La prova generale con il Domžale

    “Svolgeremo tutta la fase di preparazione a Stignano – ha proseguito Rendulić –. Dal 17 al 27 gennaio la squadra parteciperà al tradizionale torneo Arena Cup di Medolino (nel proprio girone affronterà l’Inter di Zaprešić, i polacchi dello Zaglebie di Lubin e i serbi dello Žarkovo). Al momento stiamo cercando un avversario per disputare la prima amichevole, in programma il 12 gennaio: se non riusciremo a trovarlo faremo una partitella in famiglia. La prova generale in vista della ripresa del campionato è prevista invece contro il Domžale, molto probabilmente a Umago”, ha concluso il tecnico di un Istra 1961 il cui obiettivo principale è quello di evitare la nona posizione in classifica che porterebbe allo spareggio per la permanenza nella massima serie. L’impresa non si presenta troppo difficile (sempre contando sui nuovi rinforzi e su un’adeguata preparazione) in quanto lo Slaven Belupo e l’Inter hanno rispettivamente appena una e due lunghezze di vantaggio.


    Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/editfi5/public_html/editnews/templates/ts_news247/html/com_k2/templates/default/item.php on line 285
    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Sabato, 05 Gennaio 2019 11:39