Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Istra 1961, assenze pesanti per il sentito derby con il Rijeka

    By Giuliano Libanore Novembre 09, 2018 44
    Istra 1961, assenze pesanti per il sentito derby con il Rijeka Luka Stanzl/PIXSELL

    POLA | Con la squadra già in gravi difficoltà a conquistare punti, possiamo soltanto immaginare quali siano i problemi del tecnico dell’Istra 1961, Krunoslav Rendulić, nel preparare una partita con quattro giocatori titolari fermi per motivi disciplinari. Se aggiungiamo poi il fatto che il prossimo avversario si chiama Rijeka, nel secondo derby istroquarnerino della stagione la montagna da scalare sarà ancora più difficile. I polesi, dunque, non si avvicinano nel migliore dei modi alla sfida con i fiumani, anche se una delle poche gioie di questo campionato è arrivata proprio da Rujevica, con il punto conquistato in trasferta (3-3). Un pari rocambolesco, che aveva visto tra i marcatori polesi proprio due dei quattro assenti: Ramon Mierez, espulso contro la Lokomotiva per doppia ammonizione e Regan Obeng, appiedato per somma di cartellini gialli.
    Inutile dire che l’assenza più pesante sarà proprio quella dell’attaccante argentino, che sta letteralmente tenendo a galla la propria squadra, forte delle 7 reti segnate (sulle 15 dei polesi) grazie alle quali condivide il primo posto nella classifica cannonieri con altri quattro calciatori, tra questi pure Heber del Rijeka. Il suo sostituto più probabile sarà lo spagnolo Fuentes, autore dell’unica rete dei polesi contro la Dinamo. Per quel che concerne il centrocampista Obeng, l’allenatore Rendulić ha a disposizione diverse alternative, tra le quali Segado ed Espinosa, anche se quest’ultimo negli ultimi tempi è sparito un po’ dai radar.
    Gli altri due assenti saranno Rubić e Traorè, che è riuscito nell’impresa di venire ammonito dopo essere stato già sostituito per infortunio. La sua colpa in via Karnjčević è stata quella di avere protestato troppo veemente su una decisione dell’arbitro. Ricorderemo che Traorè è stato schierato terzino destro per la concomitante assenza del titolare Grujević e della prima riserva Franić. Stando alle notizie che filtrano da via Campo Marzio, pare che comunque il capitano Grujević potrebbe farcela per domenica. E veniamo infine al quarto assente, Petar Rubić. L’allenatore ha nella rosa soltanto un altro terzino sinistro, Tomislav Čuljak, ormai l’unico superstite della squadra dell’anno scorso dopo il “pensionamento” di Goran Roce. C’è un solo problema che riguarda Čuljak: finora non ha disputato un solo minuto in campionato e ciò non causa infortuni, ma per scelta tecnica. Tutte queste assenze sicuramente non facilitano l’avvicinamento a una partita molto sentita dal pubblico di Pola.
    Da ieri intanto sono in vendita i biglietti per la partita al prezzo di 30 kune per la tribuna est, 40 per quella centrale, 50 per le tribune nord e sud. Quest’ultima è riservata esclusivamente ai tifosi ospiti. I tagliandi sono in vendita al botteghino dello stadio fino a sabato dalle ore 10 alle 17 e domenica dalle 10 alle 15, quando è previsto il fischio d’inizio dello spalatino Goran Gabrilo.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Venerdì, 09 Novembre 2018 14:46