Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Si è spento a 50 anni lo chef Andrej Barbieri

    Andrej Barbieri Andrej Barbieri Danijel Berkovic/PIXSELL

    Andrej Barbieri, uno degli chef più conosciuti e stimati, non soltanto in Croazia ma anche all’estero, è venuto a mancare sabato all’età di 50 anni. Dopo aver combattuto per anni con problemi di salute, si è spento nell’ospedale di  Fiume. Noto al pubblico anche per avere fatto il giudice nello show culinario “Masterchef”, Andrej Barbieri gestì per anni numerosi ristoranti nelle destinazioni più famose del Mediterraneo. Nato a Zagabria, dopo aver trascorso l’infanzia a Laurana, iniziò a girare il mondo fin da giovane. Tutte le destinazioni visitate ebbero una grandissima influenza sul suo lavoro futuro, l’Italia in particolar modo. E fu proprio in Italia che Barbieri aprì il suo primo locale multimediale. La sua grande conoscenza della cucina mediterranea era dovuta alle esperienze culinarie che ebbe in Sicilia (Siracusa), Sardegna (Porto Cervo), in Grecia (a Creta), e poi in Piemonte (Torino e Dogliani), Egitto (Sharm el Sheikh), sulle Isole Baleari (Ibiza), alle Canarie (St.Cruz de la Palma) e a Tenerife. per poi avvicinarsi sempre di più allo slowfood. Viaggiando per il mondo rimase affascinato dal lavoro del cuoco e della creazioni presentate nel piatto, motivo per cui iniziò a cucinare fondando e guidando poi numerosi ristoranti sia in Croazia che altrove nel mondo. Dal 1999 si dedicò esclusivamente all’arte culinaria.
    Rientrato in Croazia decise di dedicarsi a un tipo di cucina meno stressante e iniziò a lavorare nel ristorante Skalinada di Volosca e poi nella taverna Tramerka. Anni dopo venne chiamato a lavorare nel ristorante Bevanda, al quale avrebbe dovuto ridare la notorietà di una volta. Portò una ventata di freschezza anche nel noto ristorante Conca d’Oro a Fiume, che venne rimesso a nuovo secondo una sua personale visione. Il suo ultimo progetto in Croazia fu il ristorante Berbieri’s, a Zagabria, dopo di che si trasferì a Doha, in Qatar, dove inaugurò il Quavanna. 

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Domenica, 10 Marzo 2019 19:01