Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    «Red Land – Rosso Istria» oggi su Raitre

    By red Febbraio 08, 2019 336

    ROMA | “Red Land – Rosso Istria” il film che racconta la tragica vicenda di Norma Cossetto sarà proiettato in prima serata su Rai Tre. Il film andrà in onda questa sera, 8 febbraio alle ore 21.20, nell’ambito delle commemorazioni del Giorno del Ricordo (che ricorre il 10 febbraio) per i martiri delle foibe. Il film racconta il tragico destino di Norma Cossetto, l’italiana sequestrata e uccisa dai partigiani jugoslavi del maresciallo Tito e gettata nella foiba di Villa Surani con la sola colpa di essere italiana, insignita della medaglia d’oro al merito civile alla memoria nel 2009.

    Questo è un evento che non ha precedenti: ricordiamo che la pellicola diretta da Maximiliano Hernando Bruno, presentato alla Mostra del cinema di Venezia, è stata protagonista di diversi episodi che ne hanno osteggiato la distribuzione o anche solo la proiezione. Il film, che ha ricevuto un ottimo riscontro di pubblico con valutazioni elevate e aveva ricevuto da subito il sostegno politico di “Fratelli d’Italia”, battutosi per incrementare le proiezioni e per favorire la sua visione scolastica come documento rappresentante – per quanto rivestito della drammatizzazione cinematografica – ‘l’altra verità’ non raccontata dai testi storici che parlano della Seconda Guerra Mondiale nei territori fra il Friuli Venezia Giulia, Trieste e l’Istria. Il muro del silenzio sulla tragedia delle foibe è stato rotto da tempo, da quando è stato istituito il Giorno del Ricordo, ogni 10 febbraio. Non mancano però episodi di ostruzionismo nei confronti di chi rievoca quella pagina di storia. Pure la tragedia di Norma Cossetto, sembra ancora scomoda. Il film è stato proiettato nei mesi scorsi soltanto in alcune sale italiane e per poco tempo. Per questo la proiezione della pellicola in prima serata su Raitre è stato definito “un obiettivo raggiunto” dalla deputata Paola Frassinetti (Fratelli d’Italia).
    Nonostante tutto, la verità sulle foibe continua a scatenare reazioni dei negazionisti, anche violente. L’ultimo episodio riguarda un cinema del Trentino che qualche giorno fa è stato imbrattato dopo la proiezione del film con alcune scritte antifasciste di pessimo gusto e negazioniste sulle foibe.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Venerdì, 08 Febbraio 2019 11:37