Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me
    ad Top header

    Le quattro sfumature di «Bolero»

    By Kristina Blecich Novembre 09, 2018 89
    Le quattro sfumature di «Bolero» Drazen Sokcevic

    FIUME | Avrà luogo questa sera, nel Teatro Nazionale Croato “Ivan de Zajc” di Fiume, la prèmiere di danza “I quattro Bolero”, con le coreografie di Maša Kolar, Kristian Lever, Shota Inoue e Adonis Foniadakis. “Lo spettacolo, articolato in quattro parti, è stato ideato su musiche di quattro compositori ovvero Višeslav Laboš, Frédéric Chopin, Camille Saint-Saëns e Maurice Ravel”, è stato annunciato dalla direttrice del Corpo di ballo, Maša Kolar, in conferenza stampa.

    La prima parte, firmata da Maša Kolar, si basa su musiche di “Bolero”, l’opera più popolare del compositore francese Maurice Ravel, con l’adattamento elettroacustico di Višeslav Laboš. Il pubblico vedrà in scena i membri del Corpo di ballo dell’“Ivan de Zajc” e precisamente Ksenija Krutova, Maria del Mar Hernandez e Marta Kanazir.
    “Il muro del silenzio” è il titolo della seconda parte, del coreografo finlandese-britannico Kristian Lever. Sulle note di Frédéric Chopin (“Bolero” in do maggiore, op.19) danzeranno Hugo Rodrigues, Svebor Zgurić, Shota Inoue, Ksenija Krutova, Marta Kanazir e Maria del Mar Hernandez. A interpretare la musica di Chopin dal vivo sarà il pianista Juraj Marko Žerovnik.
    Il giapponese Shota Inoue è autore del terzo Bolero denominato “1/3”, dedicato al compositore Camille Saint-Saëns. In scena un unico ballerino; Michele Pastorini, il quale sarà affiancato dal soprano Anamarija Knego e dal mezzosoprano Ivana Srbljan.

    Danza sui trampolini

    Il coreografo della quarta parte, uno dei ballerini contemporanei più rinomati a livello europeo, Andonis Foniadakis, ha ideato i passi per Nika Lilek, Emanuel Amuchastegui, Ali Tabbouch, Michele Pastorini e Laura Orlić, su musiche del “Bolero” di Ravel. “La particolarità di questo pezzo sta nel fatto che i ballerini danzano sui trampolini”, ha spiegato lo stesso Foniadakis, il quale nella primavera del 2020, nell’ambito di Fiume Capitale europea della Cultura, presenterà un brano di danza dalla durata di un’intera serata. “In questo modo ho voluto mettere in risalto la potenza e la drammaticità che scaturiscono dalla musica di Ravel, senza omettere il ritmo ripetitivo delle mosse umane”, è stato precisato.
    A detta dei quattro coreografi lo spettacolo di danza “I quattro Bolero” si presenta come una coreografia molto complessa e come brano eccezionalmente stratificato e impegnativo dal punto di vista fisico e della concentrazione. L’allestimento non usa soltanto la danza, ma pure il gesto e richiede attenzione da parte del pubblico. Le scene e i costumi sono di Petra Pavičić e Anastasios Sofroniou. Lo spettacolo inizia alle ore 19.30. Si replica domani, alle ore 18, dopodiché (ore 19.30), si terrà la tavola rotonda “Voce critica”, cui potranno aderire tutti gli interessati.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Venerdì, 09 Novembre 2018 15:02