Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Gimino, domenica in campo le migliori pinzaiole

    By Fabio Sfiligoi Aprile 13, 2019 66
    Gimino, domenica in campo le migliori pinzaiole Dusko Marusic/PIXSELL

    In passato in Istria la gara, diremmo amichevole, tra casalinghe per il titolo di miglior “pinzaiola” costituiva la normalità per i giorni di Pasqua. Rispettando la tradizione domenica 14 aprile (Domenica delle Palme) l’agriturismo Miličićdi Paladnjaki nel Giminese ospiterà la settima edizione della manifestazione "La pinza istriana sotto la campana - čripnja”, cotta sul fogoler al calore del carbone ardente. II programma con cui si tende a valorizzare un piatto autoctono e tradizionale del periodo pasqualecomincerà alle 14.

    Di fronte a ospiti e giuria la singolar tenzon vedrà impegnate Zdenka Jakus, Kristina BertetićRadetić, Gordana Zugan Matika e Marinela Malić. Oltre alle pinze verranno gustati e giudicati altri dolci tipici di Pasqua. Sono annunciate presenze provenienti da Gimino, Valle, Barbana, Visinada, Pisino e Chersano. Non mancheranno gli alunni della scuola turistico-alberghiera “Anton Štifanić” di Parenzo, e quelli della “Eugen Kumičić di Rovigno. Prevista un’occhiata anche alleuova colorate più belle: ai più bravi saranno assegnati premi ad hoc. In quanto alle pinze, la giuria d’esperti vedrà nell’arduo compito di proclamazione delle migliori i professori Linda Jurakoviće Franko Milotić, e Davor Šišović, giornalista esperto di gastronomia istriana.

    Nel corso della giornata saranno organizzati antichi giochi come quello del lancio delle monetine cercando di infilzarle nelle uova. Una ventina di piccole aziende a conduzione familiare presenteranno i prodotti che di solito vengono serviti a colazione nel dì di Pasqua: salsicce, prosciutto, spalletta, uova, asparagi, vino, dolci, ovviamente pinze e per la prima volte il pane fatto con farina di canapa industriale.

    L’offerta sarà ampliata dai souvenir locali, fra i quali una nota a parte la merita la replica dell’orecchino giminese, pendente del nono secolo, scoperto nell'antica necropoli croata aGiminoappartenente al costume della popolazione croata sul territorio.Il momento clou della premiazione è fissato alle 17. 

    La più grande del mondo

    Una volta suddivisi tra visitatori e ospiti dolci e pinze pasquali, sarà presentata e consumata la pinza più grande del mondo. L'anno scorso Zdenka Jakus è riuscita a impastare e cuocerne una del peso di 26 chilogrammi: vedremo se questa volta qualcuno farà di meglio e battere questo insolito primato.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Sabato, 13 Aprile 2019 12:23