Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Login to your account

Username *
Password *
Remember Me

    Danni sulla costa, ruspe al lavoro

    Ruspe al lavoro per riparare i danni causati dalle mareggiate Ruspe al lavoro per riparare i danni causati dalle mareggiate

    UMAGO | Costa bassa, dunque, a rischio mareggiate. Quelle autunnali poi, con il libeccio sanno anche provocare parecchi danni che poi devono essere risanati. Così, succede spesso che le onde, una volta superata la spiaggia finiscano per inondare strade, portare detriti, ma anche dannegiare i lampioni dell’illuminazione pubblica e tutto quanto si trova sul loro percorso.
    Noti sono i disagi alla strada statale a Zambrattia, che spesso viene inondata dal mare, oppure ad Antenal e in altre zone basse della costa. Il mare si alza, a causa dell’effetto Serra, e la costa, a causa del bradisismo si abbassa, il che porta all’inondazione delle rive, dei porti e delle piazze.
    Un fenomeno ormai percepito come solito e abituale. I danni, comunque, vanno riparati. Le mareggiate degli ultimi mesi hanno eroso il bagnasciuga, indebolendo le banchine di massi che proteggono la strada di Pozioi-Moella, cosa che ha indotto la municipalità a far intervenire le ruspe per risanarla.
    Spese aggiuntive, ma non le uniche. Nelle località affacciate alla costa è sempre così. C’è sempre qualcosa da fare perché la forza del mare è incontrollabile. La natura, soggetta al riscaldamento globale, in poche parole, non ha voce, ma sa farsi capire.

    Rate this item
    (0 votes)
    Last modified on Venerdì, 08 Febbraio 2019 11:32